La Nazionale ucraina di nuoto sincronizzato

La Nazionale Ucraina di nuoto ospite della Federnuoto a Ostia

Advertising

Iniziativa straordinaria della Federazione italiana nuoto che si è attivata per portare in salvo presso il Centro federale di Ostia la squadra nazionale Ucraina di nuoto sincronizzato. Sono arrivate l’ 8 Marzo ad Ostia presso il Polo Natatorio di Ostia le giovani atlete del nuoto sincronizzato della nazionale femminile Ucraina. Le nuotatrici sono partite da Leopoli e hanno viaggiato tutta la notte in pullman, messo a disposizione della Federazione italiana nuoto, per arrivare in Italia. Ad accoglierle presso il Polo Natatorio di Ostia il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport Valentina Vezzali ed il Presidente del X Municipio Mario Falconi.

arrivo nuotatrici ucraine

La squadra di nuoto sincronizzato ucraino è campione del mondo, d’Europa e bronzo olimpico. Accompagnate dalle allenatrici Oleisia Zaitseva e Kseniia Tytarenko, ecco il primo gruppo di atlete che è riuscito ad arrivare ad Ostia:

  • Anhelina Ovchynnikova, 14 anni sul podio ai campionati europei giovanili;
  • Anastasiia Soldatenkova, 14 anni sul podio ai campionati europei giovanili;
  • Anastasiia Shmonina, 16 anni sul podio ai campionati europei giovanili;
  • Amelia Volynska, 16 anni Campionessa nazionale Ucraina;
  • Daria Moshynska, 14 anni Campionessa nazionale Ucraina;
  • Maryna Aleksiiva, 20 anni bronzo olimpico, campionessa del mondo e d’Europa;
  • Olesia Derevianchenko, 14 anni Campionessa d’Europa;
  • Valeriya Tyshchenko, 17 anni sul podio ai campionati europei giovanili;
  • Veronika Hryshko, 14 anni Campionessa del mondo e d’Europa;
  • Vladyslava Aleksiiva, 20 anni bronzo olimpico, campionessa del mondo e d’Europa;

«Vogliamo ringraziare l’Italia e il presidente Paolo Barelli che si è adoperato per ospitarci. Questa accoglienza e il vostro supporto ci trasmettono emozioni incredibili», ha commentato per tutte Vladyslava Aleksiiva.

« Ci auguriamo che altri atleti ucraini possano essere ospitati presso le nostre strutture e che questa iniziativa possa essere di esempio anche per altre realtà sportive » le parole di Paolo Barelli, presidente Federazione italiana nuoto.